Il Convitato di Pietra

L'opera (1979) non è un classico trattato di astrologia con la descrizione dei significati simbolici di Pianeti, Segni e Case astrologiche come tramandato nel tempo.

Proprio no.








L'Autrice qui adopera criteri logico-matematici e filosofici per analizzare dialetticamente e razionalmente la materia astrologica.










Il testo, un po' la summa del suo pensiero, fu estremamente innovativo rispetto alla scena astrologica dell'epoca.

Creando man mano una vera e propria scuola astrologica, destinata a imprimere nuova linfa allo studio dello Zodiaco.

Dapprima ritirato dal commercio alcuni mesi dopo la sua pubblicazione, forse per il tenore fin troppo rivoluzionario, è finito per diventare un long-seller, più volte ripubblicato.










Suddiviso in 6 capitoli: Le Sequenze - La Sfera e il Vortice - La Spirale - La Dialettica - La Censura - Il Messaggio.

Nei primi 4 capitoli l'autrice reimposta su base logico-scientifica le attribuzioni che conseguono dalla sua analisi dello Zodiaco.

Negli ultimi 2 capitoli, fra agganci letterari e sociali, la Morpurgo prende in esame i veli condizionanti che agiscono sulla mente umana, cercando di aprire la strada ad una visione unitaria finora inedita, dove ogni disciplina scientifica collabora a quella che la scienza moderna definisce la Teoria del tutto.


CLICCA sotto per alcune pagine di bozza del libro